Al via l’osservatorio italiano sull’obesità infantile

Bambini obesi

È questa l’iniziativa voluta da Fimp, Helpcode e Gaslini, con relativi questionari da sottoporre alle famiglie. L’obesità infantile è per l’Italia un problema di salute concreto ed il nostro Paese e tra quelli europei con il tasso più elevato. Un dato significativo emerge dall’ultimo report di Okkio Salute del Ministero della Salute: su un campione di 50mila bambini di terza elementare, il 20,4% è in sovrappeso, mentre il 9,4% è obeso. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità tale patologia rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica al mondo. In Italia a fornire un quadro completo la Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), la Clinica Pediatrica dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova e l’Università degli Studi di Genova che, insieme ad Helpcode Italia, hanno istituito l’Osservatorio dell’Obesità Infantile (Onoi) con un questionario diffuso dai medici pediatri alle famiglie. Quest’anno, durante tutto il 2022, i genitori potranno compilare il questionario online dove è possibile indicare le abitudini alimentari e di vita dei propri figli. Informazioni utili per sviluppare la relazione tra salute alimentare e stili di vita, in modo da mettere in atto una mirata prevenzione dell’obesità infantile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!